COVID-19 – INFORMAZIONI UTILI PER GLI SPOSTAMENTI

Requisiti e documentazione necessaria per viaggiare

Per ogni destinazione viene indicata la procedura straordinaria stabilita per legge in riferimento all’emergenza coronavirus

LOGO-PROCEDURE-SICUREZZA-A-BORDO-RINA

aggiornamento del 30/11/2021

Dal momento che le disposizioni normative cambiano repentinamente, sarà responsabilità di ogni passeggero verificare prima di ogni viaggio – sia di andata che di ritorno – le restrizioni regionali, nazionali ed estere vigenti.

Informazioni su modifica e annullamento dei biglietti sono disponibili nella pagina dedicata.

Per risolvere eventuali altri dubbi consulta la sezione FAQ (risposte alle domande più frequenti)

VIAGGI VERSO LA SARDEGNA

  • Livorno – Olbia
  • Civitavecchia – Olbia (stagionale)
  • Civitavecchia – Porto Torres
  • Civitavecchia – Cagliari
  • Civitavecchia – Arbatax
  • Napoli – Cagliari
  • Palermo – Cagliari
  • Barcellona – Porto Torres (consultare la sezione Viaggi da/verso la Spagna)

Dal momento che le disposizioni normative possono cambiare, sarà responsabilità di ogni passeggero verificare prima di ogni viaggio – sia di andata che di ritorno – le restrizioni nazionali e regionali vigenti.

Per maggiori informazioni sulle misure adottate dal Governo consultare questa pagina  http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638?gclid=EAIaIQobChMIkfWrisC07wIVU-R3Ch3G4wPCEAAYASAAEgIAmvD_BwE#zone

A partire dal 1 settembre sarà necessario presentare all’imbarco il green pass che certifichi uno dei seguenti requisiti:

  • avvenuta vaccinazione completa (doppia dose, se prevista) effettuata da almeno 14 giorni, oppure avvenuta somministrazione della prima dose di vaccino effettuata da almeno 15 giorni prima della partenza
  • avvenuta guarigione da COVID-19 entro sei mesi dalla data di partenza,  con  contestuale  cessazione dell’isolamento prescritto in seguito  ad  infezione  da  SARS-CoV-2
  • certificato negativo di test molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore prima della partenza

La normativa si applica ai passeggeri dai 12 anni in poi.

L’obbligo della Certificazione verde COVID-19 non si applica ai soggetti esenti per motivi di salute dalla vaccinazione. Questi ultimi devono presentare al vettore nel momento del check-in idonea certificazione medica di esenzione rilasciata dai medici vaccinatori dei Servizi vaccinali delle Aziende ed Enti dei Servizi sanitari regionali o dai Medici di medicina generale che operano nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-SARS-CoV-2 nazionale, secondo le modalità definite dalla Circolare Ministero della Salute del 4 agosto 2021.

I cittadini che hanno ricevuto il vaccino ReiThera (una o due dosi) nell’ambito della sperimentazione Covitar devono invece presentare la certificazione rilasciata dal medico responsabile del centro di sperimentazione in cui è stata effettuata.

VIAGGI DALLA SARDEGNA

  • Porto Torres – Civitavecchia
  • Olbia – Livorno
  • Olbia – Civitavecchia (stagionale)
  • Cagliari – Napoli
  • Cagliari – Palermo
  • Cagliari – Civitavecchia
  • Arbatax – Civitavecchia

Dal momento che le disposizioni normative possono cambiare, sarà responsabilità di ogni passeggero verificare prima di ogni viaggio – sia di andata che di ritorno – le restrizioni nazionali e regionali vigenti.

Per maggiori informazioni sulle misure adottate dal Governo consultare questa pagina  http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638?gclid=EAIaIQobChMIkfWrisC07wIVU-R3Ch3G4wPCEAAYASAAEgIAmvD_BwE#zone

A partire dal 1 settembre sarà necessario presentare all’imbarco il green pass che certifichi uno dei seguenti requisiti:

  • avvenuta vaccinazione completa (doppia dose, se prevista) effettuata da almeno 14 giorni, oppure avvenuta somministrazione della prima dose di vaccino effettuata da almeno 15 giorni prima della partenza
  • avvenuta guarigione da COVID-19 entro sei mesi dalla data di partenza,  con  contestuale  cessazione dell’isolamento prescritto in seguito  ad  infezione  da  SARS-CoV-2
  • certificato negativo di test molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore prima della partenza

La normativa si applica ai passeggeri dai 12 anni in poi.

L’obbligo della Certificazione verde COVID-19 non si applica ai soggetti esenti per motivi di salute dalla vaccinazione. Questi ultimi devono presentare al vettore nel momento del check-in idonea certificazione medica di esenzione rilasciata dai medici vaccinatori dei Servizi vaccinali delle Aziende ed Enti dei Servizi sanitari regionali o dai Medici di medicina generale che operano nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-SARS-CoV-2 nazionale, secondo le modalità definite dalla Circolare Ministero della Salute del 4 agosto 2021.

I cittadini che hanno ricevuto il vaccino ReiThera (una o due dosi) nell’ambito della sperimentazione Covitar devono invece presentare la certificazione rilasciata dal medico responsabile del centro di sperimentazione in cui è stata effettuata.

VIAGGI VERSO LA SPAGNA

  • Civitavecchia-Barcellona
  • Porto Torres-Barcellona

Dal momento che la normativa in materia è oggetto di frequenti aggiornamenti da parte delle Competenti Autorità, a tal proposito ricordiamo che è onere dei viaggiatori di informarsi circa i requisiti necessari per l’ingresso nel paese di destinazione vigenti alla data della partenza prevista pertanto le informazioni ivi riportate non garantiscono l’ingresso nel Paese, che è rimesso alla valutazione degli ufficiali preposti ai controlli di frontiera, sia in Italia che nel Paese di destinazione, ma fornisce un’indicazione generale su quanto previsto dalla normativa vigente.

Si precisa altresì che al momento dell’arrivo nel Paese di destinazione le locali Autorità Competenti si riservano la facoltà di verificare e valutare discrezionalmente tutta la documentazione per autorizzare l’ingresso e pertanto il vettore non potrà essere ritenuto responsabile di eventuali rifiuti di autorizzare l’ingresso anche laddove non motivati.

Al seguente link https://infocovid.viaggiaresicuri.it/dadoveparti.html é disponibile un questionario per chi è in partenza per l’estero o deve rientrare in Italia, basato sulla normativa italiana attualmente in vigore. Il questionario ha carattere meramente informativo, non ha valore legale e il risultato ottenuto non garantisce l’ingresso in Italia né nel Paese di destinazione. In caso di dubbi, per il rientro in Italia si raccomanda di contattare la Polizia di Frontiera, la Prefettura o l’Azienda Sanitaria competente per territorio. Per spostamenti dall’Italia all’estero, si raccomanda di consultare la Scheda Paese di interesse su www.viaggiaresicuri.it e di prendere contatto anche con l’Ambasciata o il Consolato del Paese di interesse in Italia.

Tutti i passeggeri diretti in Spagna devono compilare obbligatoriamente prima della partenza il modulo sanitario presente sul sito web https://spthm.puertos.es/ o su relativa app. La compilazione del modulo genera un codice QR personalizzato che il viaggiatore deve presentare al vettore prima dell’imbarco, e nei controlli sanitari al punto di ingresso in Spagna. A coloro che sono sprovvisti del QR di registrazione verrà negato l’imbarco.

Tutti i passeggeri (esclusi bambini minori di 12 anni) dovranno presentare al check-in una delle seguenti documentazioni, anche sotto forma di green pass:

  • certificato di vaccinazione completa contro il COVID-19. Saranno considerati validi i certificati di vaccinazione rilasciati dalle competenti Autorità del Paese di origine a partire dal 14º giorno successivo alla data di somministrazione dell’ultima dose del vaccino (o della prima, qualora sia prevista la dose unica). I vaccini ammessi sono quelli autorizzati dall’Agenzia europea per i medicinali (EMA) o riconosciuti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS);
  • certificato di guarigione dal COVID-19, emessi almeno 11 giorni dopo il primo test positivo e con validità di 180 giorni dalla data di estrazione del campione. Il documento deve includere almeno i seguenti dati: nome e cognome dell’interessato, data del test diagnostico positivo e di quello negativo, tipo di test realizzato, Paese che ha emesso il certificato.
  • certificato di negatività al COVID-19 che attesti di essersi sottoposti a un test molecolare o antigenico nelle 48 ore antecedenti l’ingresso nel territorio nazionale.

VIAGGI DALLA SPAGNA

  • Barcellona-Porto Torre
  • Barcellona-Civitavecchia

Dal momento che le disposizioni normative cambiano repentinamente, sarà responsabilità di ogni passeggero verificare prima di ogni viaggio – sia di andata che di ritorno – le restrizioni nazionali e regionali vigenti.

Dal 31/07 al 15/12, in caso di soggiorno o transito in Spagna nei 14 giorni precedenti l’ingresso in Italia è richiesta la compilazione di un formulario on-line di localizzazione (denominato anche Passenger Locator Form digitali (dPLF).

Una volta collegati al sito, bisogna:

  • Seguire la procedura guidata per accedere al PLF
  • Scegliere “Italia” come Paese di destinazione
  • Registrarsi creando un account personale con user e password (è necessario farlo solo la prima volta)
  • Compilare ed inviare il PLF seguendo la procedura guidata

Una volta inviato il modulo, il passeggero riceverà all’indirizzo e-mail indicato in fase di registrazione il PLF in formato pdf e QRcode che dovrà mostrare direttamente dal suo smartphone (in formato digitale) al momento dell’imbarco e a chiunque deputato ad effettuare i controlli.

E’ inoltre obbligatorio presentare la Certificazione Verde Covid-19  da cui risulti, alternativamente:

  • avvenuta vaccinazione completa anti-SARS-CoV-2 da almeno 14 giorni (due dosi, se previsto dal tipo di vaccinazione);
  • avvenuta guarigione da COVID-19, con contestuale cessazione dell’isolamento prescritto in seguito ad infezione da SARS-CoV-2;
  • effettuazione di test antigenico rapido o molecolare, condotto con tampone e con esito negativo. Il test molecolare può essere effettuato nelle 72 ore precedenti l’arrivo in Italia, il test antigenico nelle 48 ore precedenti l’arrivo in Italia.

bambini al di sotto dei 6 anni di età sono esentati dall’effettuazione del test molecolare o antigenico, ma non dall’obbligo dell’isolamento, ove previsto. 

Per maggiori dettagli, collegarsi al seguente link del sito Viaggiare Sicuri http://www.viaggiaresicuri.it/approfondimenti-insights/saluteinviaggio e scegliere Ingressi/rientri in Italia dai Paesi dell’ ELENCO C.

VIAGGI VERSO LA SICILIA

  • Livorno – Palermo 
  • Salerno – Palermo
  • Cagliari – Palermo

Dal momento che le disposizioni normative possono cambiare, sarà responsabilità di ogni passeggero verificare prima di ogni viaggio – sia di andata che di ritorno – le restrizioni nazionali e regionali vigenti.

Per maggiori informazioni sulle misure adottate dal Governo consultare questa pagina  http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638?gclid=EAIaIQobChMIkfWrisC07wIVU-R3Ch3G4wPCEAAYASAAEgIAmvD_BwE#zone

A partire dal 1 settembre sarà necessario presentare all’imbarco il green pass che certifichi uno dei seguenti requisiti:

  • avvenuta vaccinazione completa (doppia dose, se prevista) effettuata da almeno 14 giorni, oppure avvenuta somministrazione della prima dose di vaccino effettuata da almeno 15 giorni prima della partenza
  • avvenuta guarigione da COVID-19 entro sei mesi dalla data di partenza,  con  contestuale  cessazione dell’isolamento prescritto in seguito  ad  infezione  da  SARS-CoV-2
  • certificato negativo di test molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore prima della partenza

La normativa si applica ai passeggeri dai 12 anni in poi.

L’obbligo della Certificazione verde COVID-19 non si applica ai soggetti esenti per motivi di salute dalla vaccinazione. Questi ultimi devono presentare al vettore nel momento del check-in idonea certificazione medica di esenzione rilasciata dai medici vaccinatori dei Servizi vaccinali delle Aziende ed Enti dei Servizi sanitari regionali o dai Medici di medicina generale che operano nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-SARS-CoV-2 nazionale, secondo le modalità definite dalla Circolare Ministero della Salute del 4 agosto 2021.

I cittadini che hanno ricevuto il vaccino ReiThera (una o due dosi) nell’ambito della sperimentazione Covitar devono invece presentare la certificazione rilasciata dal medico responsabile del centro di sperimentazione in cui è stata effettuata.

VIAGGI DALLA SICILIA

  • Palermo – Livorno
  • Palermo – Salerno
  • Palermo – Cagliari

Dal momento che le disposizioni normative possono cambiare, sarà responsabilità di ogni passeggero verificare prima di ogni viaggio – sia di andata che di ritorno – le restrizioni nazionali e regionali vigenti.

Per maggiori informazioni sulle misure adottate dal Governo consultare questa pagina  http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638?gclid=EAIaIQobChMIkfWrisC07wIVU-R3Ch3G4wPCEAAYASAAEgIAmvD_BwE#zone

A partire dal 1 settembre sarà necessario presentare all’imbarco il green pass che certifichi uno dei seguenti requisiti:

  • avvenuta vaccinazione completa (doppia dose, se prevista) effettuata da almeno 14 giorni, oppure avvenuta somministrazione della prima dose di vaccino effettuata da almeno 15 giorni prima della partenza
  • avvenuta guarigione da COVID-19 entro sei mesi dalla data di partenza,  con  contestuale  cessazione dell’isolamento prescritto in seguito  ad  infezione  da  SARS-CoV-2
  • certificato negativo di test molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore prima della partenza

La normativa si applica ai passeggeri dai 12 anni in poi.

L’obbligo della Certificazione verde COVID-19 non si applica ai soggetti esenti per motivi di salute dalla vaccinazione. Questi ultimi devono presentare al vettore nel momento del check-in idonea certificazione medica di esenzione rilasciata dai medici vaccinatori dei Servizi vaccinali delle Aziende ed Enti dei Servizi sanitari regionali o dai Medici di medicina generale che operano nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-SARS-CoV-2 nazionale, secondo le modalità definite dalla Circolare Ministero della Salute del 4 agosto 2021.

I cittadini che hanno ricevuto il vaccino ReiThera (una o due dosi) nell’ambito della sperimentazione Covitar devono invece presentare la certificazione rilasciata dal medico responsabile del centro di sperimentazione in cui è stata effettuata.

VIAGGI VERSO LA GRECIA

  • Brindisi-Igoumenitsa
  • Brindisi-Corfù
  • Ancona-Igoumenitsa
  • Ancona-Patrasso
  • Ancona-Corfù

Le procedure per gli ingressi in Grecia di seguito descritte sono state prorogate fino al 3 dicembre 2021.

Indipendentemente dalla nazionalità e dalle modalità d’ingresso in Grecia (volo internazionale, traghetti, valichi via terra, etc.) tutti i viaggiatori che hanno già compiuto 12 anni devono:

  1. Compilare un modulo online su questo sito  (non accessibile con Internet Explorer), il Passenger Locator Form (PLF), con il quale devono fornire informazioni sul luogo di provenienza, sulla durata dei soggiorni precedenti in altri Paesi e sull’indirizzo del proprio soggiorno in Grecia. Si precisa che la pagina travel.gov.gr è gestita dalle Autorità greche e non dall’Ambasciata d’Italia ad Atene.

Per quesiti legati al funzionamento del sito e/o dubbi sull’ingresso nel Paese connessi alla compilazione del PLF è possibile contattare il numero di assistenza indicato dalle Autorità greche: (0030) 2155605151 (in inglese o greco).

2. Presentare la Certificazione Digitale Covid-UE, oppure in alternativa uno dei seguenti:
a) certificato di vaccinazione che attesta il completamento del ciclo vaccinale da almeno 14 giorni;
b) certificato negativo di test PCR effettuato nelle 72 ore prima dell’ingresso in Grecia;
c) certificato negativo di test antigenico rapido effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso in Grecia;
d) certificato di guarigione o di positività al Covid purché 1) Il test che attesta la positività venga effettuato almeno 30 giorni dopo essere risultati positivi per la prima volta; 2) Il test che attesta la positività risalga a un periodo compreso tra nove (9) e due (2) mesi prima dell’ingresso in Grecia.

Tutti i certificati summenzionati possono essere in italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo o greco.

Ai passeggeri sprovvisti di PLF e di uno dei certificati di cui al punto 2) può essere rifiutato l’imbarco.

Rimane inoltre in vigore per tutti i passeggeri in ingresso la possibilità di essere sottoposti, a campione, a un test rapido effettuato all’arrivo in Grecia. Il test a campione, qualora si venga selezionati, è obbligatorio: le Autorità greche si riservano il diritto di rifiutare l’ingresso nel Paese a coloro i quali si rifiutino di sottoporsi al test rapido. In caso di positività è previsto un periodo di isolamento obbligatorio di 10 giorni per i viaggiatori risultati positivi e per i loro contatti prossimi in appositi “hotel quarantena” (le spese di alloggio sono coperte dallo Stato greco), dove verranno effettuati nuovi test per verificare la diagnosi iniziale. Maggiori informazioni sulle misure previste per l’ingresso in Grecia sono disponibili sul seguente sito, a cura della Protezione Civile greca: https://travel.gov.gr/#/.

Per maggiori dettagli consultare il seguente link http://www.viaggiaresicuri.it/country/GRC

VIAGGI DALLA GRECIA

  • Igoumenitsa – Brindisi
  • Corfù – Brindisi
  • Igoumenitsa – Ancona
  • Patrasso – Ancona
  • Corfù – Ancona

Dal momento che le disposizioni normative cambiano repentinamente, sarà responsabilità di ogni passeggero verificare prima di ogni viaggio – sia di andata che di ritorno – le restrizioni nazionali e regionali vigenti.

Dal 31/07 al 15/12, in caso di soggiorno o transito in Grecia nei 14 giorni precedenti l’ingresso in Italia è richiesta la compilazione di un formulario on-line di localizzazione (denominato anche Passenger Locator Form digitali (dPLF).

Una volta collegati al sito, bisogna:

  • Seguire la procedura guidata per accedere al PLF
  • Scegliere “Italia” come Paese di destinazione
  • Registrarsi creando un account personale con user e password (è necessario farlo solo la prima volta)
  • Compilare ed inviare il PLF seguendo la procedura guidata

Una volta inviato il modulo, il passeggero riceverà all’indirizzo e-mail indicato in fase di registrazione il PLF in formato pdf e QRcode che dovrà mostrare direttamente dal suo smartphone (in formato digitale) al momento dell’imbarco e a chiunque deputato ad effettuare i controlli.

E’ inoltre obbligatorio presentare la Certificazione Verde Covid-19  da cui risulti, alternativamente:

  • avvenuta vaccinazione completa anti-SARS-CoV-2 da almeno 14 giorni (due dosi, se previsto dal tipo di vaccinazione);
  • avvenuta guarigione da COVID-19, con contestuale cessazione dell’isolamento prescritto in seguito ad infezione da SARS-CoV-2;
  • effettuazione di test antigenico rapido o molecolare, condotto con tampone e con esito negativo. Il test molecolare può essere effettuato nelle 72 ore precedenti l’arrivo in Italia, il test antigenico nelle 48 ore precedenti l’arrivo in Italia.

bambini al di sotto dei 6 anni di età sono esentati dall’effettuazione del test molecolare o antigenico, ma non dall’obbligo dell’isolamento, ove previsto. 

Per maggiori dettagli, collegarsi al seguente link del sito Viaggiare Sicuri http://www.viaggiaresicuri.it/approfondimenti-insights/saluteinviaggio e scegliere Ingressi/rientri in Italia dai Paesi dell’ ELENCO C.

VIAGGI DA/VERSO IL MAROCCO

  • Savona-Tangeri e viceversa
  • Barcellona -Tangeri e viceversa

si segnala che il trasporto passeggeri è attualmente sospeso.

VIAGGI VERSO LA TUNISIA

  • Civitavecchia – Tunisi
  • Salerno – Tunisi
  • Palermo – Tunisi

Dal momento che la normativa in materia è oggetto di frequenti aggiornamenti da parte delle Competenti Autorità , a tal proposito ricordiamo che è onere dei viaggiatori di informarsi circa i requisiti necessari per l’ingresso nel paese di destinazione vigenti alla data della partenza prevista pertanto le informazioni ivi riportate non garantiscono l’ingresso nel Paese, che è rimesso alla valutazione degli ufficiali preposti ai controlli di frontiera, sia in Italia che nel Paese di destinazione, ma fornisce un’indicazione generale su quanto previsto dalla normativa vigente.

Si precisa altresì che al momento dell’arrivo nel Paese di destinazione le locali Autorità Competenti si riservano la facoltà di verificare e valutare discrezionalmente tutta la documentazione per autorizzare l’ingresso e pertanto il vettore non potrà essere ritenuto responsabile di eventuali rifiuti di autorizzare l’ingresso anche laddove non motivati.

Al seguente link https://infocovid.viaggiaresicuri.it/dadoveparti.html é disponibile un questionario per chi è in partenza per l’estero o deve rientrare in Italia, basato sulla normativa italiana attualmente in vigore. Il questionario ha carattere meramente informativo, non ha valore legale e il risultato ottenuto non garantisce l’ingresso in Italia né nel Paese di destinazione. In caso di dubbi, per il rientro in Italia si raccomanda di contattare la Polizia di Frontiera, la Prefettura o l’Azienda Sanitaria competente per territorio. Per spostamenti dall’Italia all’estero, si raccomanda di consultare la Scheda Paese di interesse su www.viaggiaresicuri.it e di prendere contatto anche con l’Ambasciata o il Consolato del Paese di interesse in Italia.

 

A partire dal 1 dicembre 2021 tutti i viaggiatori in ingresso in Tunisia hanno l’obbligo di:

1) registrare il proprio arrivo nel Paese tramite l’app  https://app.e7mi.tn/language (selezionare nave Catania o Cruise Smeralda) e compilare il modulo per la sorveglianza sanitaria, da consegnare stampato e firmato all’ingresso in Tunisia;

2) presentare un certificato di test RT – PCR negativo COVID-19 con QR CODE (tampone nasofaringeo), effettuato nelle 48 ore precedenti all’imbarco (sono esclusi i minori di 6 anni);

3a) i tunisini o gli stranieri regolarmente residenti in Tunisia che non hanno completato il ciclo vaccinale: sottoporsi a 10 giorni di quarantena obbligatoria a proprie spese presso una delle strutture alberghiere indicate dal Ministero della Salute (https://www.ontt.tn/ar/blagh); all’imbarco sarà necessario esibire la prenotazione alberghiera e una prova del pagamento effettuato (voucher); 24 ore prima del termine della quarantena obbligatoria, eseguire test RT – PCR; se negativo termina la quarantena.

3b) gli stranieri non residenti in Tunisia dai 18 anni in su hanno l’obbligo di presentare un green pass che attesti il completamento del ciclo vaccinale, o altro certificato che attesti vaccinazione completa (doppia dose o dose unica da 14 giorni, in base al tipo di vaccino). In caso contrario non potranno avere accesso all’imbarco.

3c) i viaggiatori che hanno completato il ciclo vaccinale prima dei 14 giorni precedenti l’imbarco (28 giorni se vaccino Janssen) e i minori di 12 anni, dietro presentazione di idonea documentazione comprovante l’avvenuto completamento del ciclo vaccinale, sono esentati dall’autoisolamento.
I minori di 18 anni non accompagnati o accompagnati da persone completamente vaccinate sono esentati dalla quarantena obbligatoria.

Nota bene: i passeggeri non tunisini (per esempio, Europei o Algerini) che non abbiano la residenza in Tunisia, devono mostrare un atto di proprietà di una casa o un contratto di affitto nel Paese, oppure di essere sposati con una/un Tunisino residente, oppure di avere una prenotazione alberghiera per tutta la durata del soggiorno in Tunisia, in tal caso i passeggeri dovranno essere già in possesso anche del biglietto di ritorno; in alternativa, possono viaggiare con un documento a firma del Ministero della Salute Tunisino che permetta l’ingresso nel Paese per ragioni di salute o di particolare necessità.

VIAGGI DALLA TUNISIA

  •  Tunisi – Civitavecchia
  •  Tunisi – Salerno
  •  Tunisi – Palermo

Dal 31/07 al 15/12, gli spostamenti sono consentiti solo in presenza di precise motivazioni, quali: lavoro, motivi di salute o di studio, assoluta urgenza, rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Non sono quindi consentiti spostamenti per turismo.  Si consiglia di  consultare sempre la Scheda del Paese di interesse su ViaggiareSicuri, per verificare eventuali restrizioni all’ingresso da parte delle Autorità locali.

Il rientro/l’ingresso in Italia, in caso di soggiorno/transito nei 14 giorni precedenti dai Paesi dell’ELENCO E, di cui fa parte la Tunisia, è sempre consentito ai cittadini italiani/UE/Schengen e loro familiari, nonché ai titolari dello status di soggiornanti di lungo periodo e loro familiari (Direttiva 2004/38/CE). E’ confermata la possibilità di ingresso in Italia per le persone che hanno una relazione affettiva comprovata e stabile (anche se non conviventi) con cittadini italiani/UE/Schengen o con persone fisiche che siano legalmente residenti in Italia (soggiornanti di lungo periodo), che debbano raggiungere l’abitazione/domicilio/residenza del partner (in Italia). È consentito l’ingresso in Italia per atleti, tecnici, giudici e commissari di gara, rappresentanti della stampa estera e accompagnatori a competizioni sportive di livello agonistico, riconosciute di preminente interesse nazionale.

Per l’ingresso o rientro in Italia è obbligatorio:

  • Compilare un formulario on-line di localizzazione (denominato anche digital Passenger Locator Form (PLF), da mostrare in cartaceo o sul proprio dispositivo mobile al vettore, al momento dell’imbarco, e a chiunque sia preposto a effettuare i controlli.
  • Effettuare un test antigenico rapido o molecolare, condotto con tampone e con esito negativo. Il test molecolare può essere effettuato nelle 72 ore precedenti l’arrivo in Italia, il test antigenico nelle 48 ore precedenti l’arrivo in Italia.
  • Sottoporsi comunque a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria (informando la ASL competente per attivare la sorveglianza) per un periodo di 10 giorni, presso l’indirizzo indicato sul PLF.
  • Al termine dei dieci (10) giorni di isolamento fiduciario, è obbligatorio effettuare un ulteriore test molecolare o antigenico, condotto con tampone.

bambini al di sotto dei 6 anni di età sono esentati dall’effettuazione del test molecolare o antigenico, ma non dall’obbligo dell’isolamento. 

Sono previste deroghe a tali obblighi. Le deroghe sono riportate nella sezione dedicata.

Per maggiori dettagli collegarsi al seguente link http://www.viaggiaresicuri.it/approfondimenti-insights/saluteinviaggio della pagina Viaggiare Sicuri e scegliere Ingresso/rientro in Italia dai Paesi dell’ELENCO E.

Per informazioni invia un’email ad info@grimaldi.napoli.it

Grimaldi Group SpA
Sede legale Palermo - Via Emerico Amari n°8 | Capitale Sociale: €150.000.000,00 | C.F. e Registro Imprese di Palermo: 00117240820 | P.IVA: IT 00117240820
Sposta sul contenuto