Condizioni generali di trasporto sui traghetti Grimaldi Lines

(*) Per gli “Eventi a bordo” valgono le Condizioni Generali riportate nei singoli programmi di viaggio e consultabili sul sito www.grimaldi-lines.com.

(**) Per i “Gruppi” valgono le Condizioni Generali comunicate alla conferma della prenotazione.

La Grimaldi Group S.p.A. opera quale agente del Vettore Grimaldi Euromed S.p.A. Il Vettore della tratta marittima percorsa è indicato nel titolo di viaggio. I passeggeri, i loro bagagli e i veicoli accompagnati sono trasportati esclusivamente ai Patti e Condizioni del Vettore. Il passeggero, acquistando il biglietto, accetta ipso facto tali Patti e Condizioni riportate qui di seguito. Allo stesso modo all’atto della prenotazione e/o all’acquisto del biglietto il passeggero autorizza ipso facto al trattamento dei dati personali secondo le modalità specificate all’interno dell’Informativa sulla Privacy riportata in calce al presente documento ed in conformità al Decreto Legislativo 196/2003.

Le presenti Condizioni Generali si intendono valide per tutti i biglietti emessi entro e non oltre il 31/12/2021.

1. DEFINIZIONI

Per “Vettore” si intende l’Armatore o il proprietario della nave che effettua il servizio di trasporto marittimo. Per “bagaglio a seguito del passeggero” si intende il bagaglio a mano non registrato o conservato nel proprio veicolo parcheggiato nel garage della nave o depositato nel bagagliaio della nave, e contenente esclusivamente effetti personali del passeggero. Per “veicolo a seguito” si intende ogni mezzo a motore (incluso l’eventuale mezzo trainato), utilizzato per il trasporto di persone, promiscuo o merce non destinata alla vendita, di proprietà, o legalmente a disposizione del passeggero indicato sul biglietto di passaggio.

2. POTERE DEL COMANDANTE

Il Comandante della nave ha piena facoltà di procedere senza pilota, di rimorchiare ed assistere altre navi in qualsiasi circostanza, di deviare dalla rotta ordinaria, di toccare qualsiasi porto (si trovi o no sull’itinerario della nave) di trasferire il passeggero ed il suo bagaglio su altra nave per la prosecuzione del viaggio. Il vettore e per esso il Comandante della nave ha facoltà di rifiutare l’imbarco a chiunque si trovi, a suo insindacabile giudizio, in condizioni di salute che non consentono di affrontare il viaggio. Inoltre il Vettore e per esso il Comandante della nave ha facoltà di sbarcare durante il viaggio, in qualsiasi porto intermedio, il passeggero che risulti in condizioni di salute che non consentono la prosecuzione del viaggio o che arrechi pericolo o disturbo agli altri passeggeri o all’equipaggio. Il passeggero è assoggettato ai poteri disciplinari del Comandante della nave per tutto quanto attiene alla sicurezza della nave e della navigazione. Il Vettore e il Comandante della nave avranno facoltà di eseguire qualsiasi ordine o direttiva impartita da Governi ed Autorità di qualsiasi Stato o di soggetti che agiscono o dichiarano di agire per conto o con il consenso di tali Governi o Autorità o qualsiasi altro soggetto che, in base alle condizioni della copertura assicurativa rischi guerra della nave, ha diritto di impartire tali ordini o direttive. Tutte le azioni ed omissioni poste in essere dal Vettore o dal Comandante, in esecuzione o in conseguenza di tali ordini o direttive, non saranno considerati inadempimenti del contratto. Lo sbarco dei passeggeri e del bagaglio in conformità a tali ordini o direttive, libera il Vettore da qualsiasi responsabilità per la prosecuzione del viaggio o il rimpatrio dei passeggeri.

3. LE NAVI

Le navi in servizio sono dei Ferry RoPax o CRUISE Ferry Passeggeri, adibiti al trasporto di passeggeri e merce.

4. PRENOTAZIONI

Le prenotazioni si possono effettuare presso un Agente di Viaggio, presso gli uffici ed agenti della Grimaldi Lines o tramite il sito web www.grimaldi-lines.com. Il biglietto è pagabile alla conferma. Il pagamento del nolo è dovuto alla Grimaldi Lines al momento della prenotazione. In mancanza del pagamento della totalità del nolo non è garantita la prenotazione del posto. Nessun biglietto di passaggio può essere emesso senza il pagamento dello stesso. In ottemperanza alla normativa in materia di Security, i nominativi dei passeggeri, i dati circa i documenti di identità, la marca, il tipo e la targa dei veicoli indicati sul biglietto devono necessariamente corrispondere ai passeggeri ed ai loro veicoli in partenza. In caso contrario l’accesso ai varchi portuali e all’imbarco potrà essere rifiutato.

5. NORME APPLICABILI

Il contratto di trasporto passeggeri, loro bagagli e veicoli al seguito è disciplinato dal Regolamento (UE) n. 1177/2010, dalla Convenzione di Atene del 13/12/1974 come modificata dal Protocollo di Londra del 01/11/2002, dal Codice della Navigazione Italiano così come interpretato in conformità all’Ordinamento Giuridico Italiano nonché da eventuali successive modifiche della succitata normativa e/o di eventuali nuove normative di settore. Ai sensi e con gli effetti dell’articolo 19, VI comma, del Regolamento (UE) n. 1177/2010 il Vettore stabilisce che la soglia minima al di sotto della quale la compensazione economica non è prevista è di euro 6 (sei). Restano salve le esenzioni ed esimenti della responsabilità del Vettore di cui all’art. 20 del Regolamento Europeo n. 1177/2010 nonché quelle previste dal Codice della Navigazione Italiano e di tutte le normative nazionali ed internazionali applicabili.

6. BIGLIETTI (Contratto di Trasporto)

Il biglietto di passaggio è valido soltanto per le persone cui è intestato. Il biglietto non può essere ceduto. Il biglietto può presentarsi sotto forma cartacea, fax, e-mail. Al momento dell’imbarco (“check-in”) al passeggero verrà consegnata la “carta d’imbarco” (“boarding pass”) dietro presentazione del regolare biglietto di passaggio (“ticket”) e documenti in corso di validità dei passegger ed eventuali veicoli a seguito. Il passeggero è tenuto a custodire entrambi i documenti (“biglietto di passaggio” e “carta d’imbarco”) per l’intera traversata, qualora fosse trovato sprovvisto del biglietto di passaggio o della carta d’imbarco è tenuto a pagare il doppio del costo del biglietto. In caso di eventuale reclamo il passeggero sarà tenuto a produrre copia sia del biglietto di passaggio che della carta d’imbarco, in mancanza il reclamo non potrà essere processato.

7. TARIFFE

Le tariffe relative ai servizi offerti sono consultabili sul sito web www.grimaldi-lines.com nella maschera di prenotazione. Le variazioni, in aumento o in diminuzione, delle tariffe non incidono sulle prenotazioni già perfezionate o comunque opzionate. In caso di prenotazione online, a seguito della selezione del preventivo da parte del passeggero, la tariffa non è soggetta a modifiche durante la procedura di acquisto del biglietto. In caso di promozioni, il passeggero può procedere all’acquisto del biglietto pagando il prezzo scontato (Tariffa Special – non rimborsabile) ovvero il prezzo pieno (Tariffa Standard – rimborsabile in caso di annullamento nei limiti ed alle condizioni previsti dal paragrafo 23).

8. LIMITI DI RESPONSABILITÀ

La responsabilità del Vettore per la perdita di vita umana, per danni fisici e/o per perdita o danni al bagaglio, veicolo al seguito, oggetti di valore, effetti personali e/o altri beni del passeggero non può in nessun caso superare i limiti previsti dalla Convenzione di Atene del 13/12/1974 come modificata dal Protocollo di Londra del 01/11/2002 e/o dal Codice della Navigazione Italiano e/o da altra normativa italiana ed internazionale di settore eventualmente applicabile.

9. DISCIPLINA A BORDO

Il passeggero è tenuto ad osservare rigorosamente la disciplina di bordo ed a conformarsi ai regolamenti vigenti per il trasporto marittimo ed in particolare a quelli relativi alla sicurezza di navigazione. E’ vietato fumare a bordo in tutte le zone coperte. Il personale di bordo è legittimamente incaricato a vigilare sul rispetto di tale divieto ed a segnalare le eventuali inosservanze alle competenti Autorità conformemente alla Legge 3 del 16/1/03 e del relativo accordo attuativo del 16/12/04. Il mancato rispetto di una disposizione di legge, regolamento di bordo, ordine o regolamento delle Autorità in materia di sicurezza è punito in conformità alle vigenti leggi civili e penali. In conformità alle vigenti norme antiterroristiche (ISPS) i passeggeri possono in qualsiasi momento essere soggetti ad ispezione del bagaglio eo richiesta di esibizione di documenti di identità da parte degli ufficiali della nave.

10. IMBARCO

Il passeggero deve presentarsi per l’imbarco (check-in) almeno due ore prima della partenza (da/per Tunisia e Marocco tre ore prima). Oltre tale orario l’imbarco potrà essere rifiutato. In alta stagione si deve tenere conto delle eventuali file. Se il passeggero non si presenta entro il suddetto tempo limite perde il diritto all’imbarco anche se munito di prenotazione. Al momento dell’imbarco deve essere in possesso del regolare biglietto di passaggio, di un valido documento d’identità e tutti gli eventuali documenti richiesti per lo sbarco nel paesi di destinazione finale e degli eventuali paesi cui fa scalo la nave. Gli autoveicoli saranno chiamati all’imbarco nell’ordine che sarà disposto dal Comandante della Nave eo dai suoi subordinati e addetti, e potranno essere sistemati su qualsiasi ponte della nave.

11. DOCUMENTI DI VIAGGIO

Tutti i passeggeri, compresi i bambini ed i neonati, devono obbligatoriamente essere in possesso del documento di identità valido al momento del check-in al porto (carta d’identità, passaporto). A tal proposito non sarà in nessun caso consentito l’imbarco con la mera autocertificazione ex DPR 445/2000. In caso contrario l’imbarco sarà rifiutato, senza diritto al rimborso del biglietto.

I documenti di viaggio sono:

In caso di viaggi sul territorio nazionale, è sufficiente la carta d’identità o l’esibizione di uno dei documenti di identificazione ritenuti equipollenti dall’articolo 35, comma 2, del Decreto del Presidente della Repubblica nr. 445 del 28 dicembre 2000.

In caso di viaggi in Stati Schengen, l’interessato deve sempre essere in possesso di un documento riconosciuto valido per l’attraversamento delle frontiere:

– la carta d’identità valida per l’espatrio

– il passaporto

In caso di viaggi in Paesi esteri extra-Schengen, sono ritenuti documenti validi:

– il passaporto

Per il dettaglio della documentazione per viaggiare si rinvia https://www.poliziadistato.it/articolo/24725 oppure nel caso di passeggeri non aventi cittadinanza italiana è opportuno consultare l’Autorità competente del paese d’origine.

Prima di intraprendere il viaggio, il passeggero dovrà accertarsi di essere in possesso di tutta la documentazione necessaria per sbarcare nel porto di destinazione; il Vettore marittimo non potrà in nessun caso rispondere dell’eventuale diniego dello sbarco da parte delle locali autorità, in caso di insufficienza della documentazione necessaria per l’ingresso nel Paese di destinazione.

12. IMBARCO PASSEGGERI MINORENNI

I passeggeri minorenni dovranno essere in possesso del documento d’identità individuale in corso di validità, in accordo alle disposizioni del regolamento CE n. 2252/2004. (vedi § DOCUMENTI DI VIAGGIO)
Passeggeri minori di 14 anni: non possono in nessun caso viaggiare se non accompagnati da una persona maggiore d’età. Se non si tratta di uno dei 2 genitori dovrà consegnare al Comandante della nave / Commissario di bordo una lettera di affido con la quale i genitori dichiarano di affidare il loro figlio ad una persona designata la quale ne sarà responsabile a tutti gli effetti di legge. A tale lettera dovranno essere allegati i documenti d’identità validi di entrambi i genitori e se si tratta di persone extracomunitarie sarà necessario il permesso di soggiorno dei genitori dove sia presente il figlio;
Passeggeri minorenni, maggiori di 14 anni: potranno essere ammessi a bordo della nave purché consegnino al Comandante della nave / Commissario di bordo una lettera liberatoria sottoscritta da entrambi i genitori, con i documenti di entrambi i genitori allegati, nella quale dichiarano di assumersi tutte le responsabilità per eventuali danni alla persona e / o procurati a terzi. In nessun caso il Comandante della nave e/o altro membro dell’equipaggio assumerà la custodia, e la conseguente responsabilità, del minore a bordo della nave. Resta inteso che il passeggero avrà l’onere di munirsi di tutta la documentazione necessaria richiesta dal paese di destinazione ed il Vettore non si assume nessuna responsabilità nel caso in cui tale documentazione dovesse essere considerata insufficiente dalle Autorità nel porto di destinazione.

13. IMBARCO DONNE IN STATO DI GRAVIDANZA

Le donne in stato di gravidanza avanzata, oltre il 6° mese, potranno viaggiare solo se dotate di certificato medico che autorizzi al viaggio che sia stato emesso non più di 7 giorni prima della data della partenza. Se invece la gravidanza fosse complicata, la passeggera incinta dovrà essere dotata di certificato medico che autorizzi il viaggio indipendentemente dai mesi di gravidanza. L’imbarco non sarà in ogni caso permesso alle donne che sono previste partorire nei 7 giorni successivi alla partenza o che abbiano partorito nei 7 giorni precedenti alla partenza. Resta salva in ogni caso la facoltà del Comandante della Nave di rifiutare l’imbarco di una donna in stato di gravidanza che si trovi, a suo insindacabile giudizio, in condizioni di salute che non le consentano di affrontare il viaggio. Nel caso in cui il Comandante rifiuti l’imbarco del passeggero per un giustificato motivo il Vettore sarà tenuto unicamente al rimborso del costo del biglietto di passaggio.

14. IMBARCO PMR – PERSONE A MOBILITA’ RIDOTTA

Si intende per «persona con disabilità» e «persona a mobilità ridotta» (di seguito PMR), qualsiasi persona la cui mobilità sia ridotta, nell’uso del trasporto, a causa di qualsiasi disabilità fisica (sensoriale o locomotoria, permanente o temporanea), disabilità o minorazione mentale, o di qualsiasi altra causa di disabilità, o per ragioni di età, e la cui condizione richieda un’attenzione adeguata e un adattamento del servizio fornito a tutti i passeggeri per rispondere alle esigenze specifiche di detta persona.

Le prenotazioni e i biglietti sono offerti alle PMR alle stesse condizioni di tutti gli altri passeggeri. Il vettore e gli operatori dei terminali compiranno ogni sforzo ragionevole per garantire che l’assistenza sia fornita in modo tale che la PMR possa imbarcarsi, sbarcare e viaggiare sulla nave. Tuttavia qualora non fosse assolutamente possibile consentire l’imbarco per giustificati motivi di sicurezza e/o qualora la progettazione della nave da passeggeri o dell’infrastruttura e dell’attrezzatura del porto, compresi i terminali portuali, renda impossibile l’imbarco, lo sbarco o il trasporto della persona in questione in condizioni di sicurezza o concretamente realizzabili, alla PMR potrà essere rifiutata la prenotazione e/o l’emissione del biglietto e/o essere negato l’imbarco. Alle  PMR alle quali venga negato l’imbarco, per i motivi di cui sopra, verrà consentito di scegliere tra il diritto al rimborso o il trasporto alternativo.

È onere della PMR segnalare per iscritto, contestualmente all’acquisto del biglietto o almeno quarantotto ore prima che l’assistenza stessa si renda necessaria, le proprie esigenze specifiche per la sistemazione, il posto a sedere, i servizi richiesti o la necessità di trasportare apparecchi medici.  La richiesta di assistenza deve essere inviata alla Compagnia, all’indirizzo mail info@grimaldi.napoli.it o via fax al n. 081 5517716.

Per qualsiasi altro tipo di assistenza, le PMR devono informare il Vettore o l’operatore del terminale con almeno quarantotto ore d’anticipo. Una volta arrivato al porto, il PMR può recarsi allo sportello dedicato all’ASSISTENZA PMR Grimaldi Lines o raggiungere direttamente il piazzale di imbarco in auto con le quattro frecce accese, in attesa che un addetto fornisca il tipo di assistenza di cui necessita ed indichi dove parcheggiare l’autovettura sul ponte garage, per raggiungere più comodamente gli ascensori, fornendo la sedia a ruote di bordo, se necessario.

Qualora sia strettamente necessario ai sensi dell’articolo 8 del Regolamento Europeo n. 1177/2010 il vettore può esigere che la PMR sia accompagnata da un’altra persona in grado di fornirle l’assistenza necessaria. L’accompagnatore in questione è trasportato gratuitamente.

In ossequio alla normativa applicabile ed in particolare ai sensi del Regolamento UE n. 1177/2010 e del Regolamento UE n. 392/2009, la Compagnia assicura il risarcimento del danno derivante dalla perdita o dal danneggiamento delle attrezzature per la mobilità o altre attrezzature specifiche, usate da persone con disabilità o da persone a mobilità ridotta (PMR), se l’evento dannoso è imputabile a colpa o negligenza del Vettore.

Al fine di poter richiedere il risarcimento dei danni, i passeggeri possono inviare una richiesta scritta alla Compagnia via email all’indirizzo customer@grimaldi.napoli.it, oppure mediante posta ordinaria raccomandata, telefax e posta elettronica certificata, eventualmente utilizzando l’apposito modulo di reclamo presente sul sito internet istituzionale della Compagnia.

In caso di necessità, la Compagnia compirà ogni sforzo per fornire rapidamente un’adeguata attrezzatura temporanea sostitutiva.

L’assistenza alla PMR è assicurata dal Commissario o altra persona incaricata. Se è stato dato preavviso riguardante l’arrivo di una PMR a bordo, il Commissario predispone l’assistenza necessaria al regolare svolgimento del viaggio, dal momento dell’imbarco a quello dello sbarco. Il Commissario, infatti, indica sul piano nave le cabine in cui alloggiano le PMR e ne consegna copia al Comandante. Il personale di bordo, scelto per assistere le PMR dovrà sempre portare al braccio, ed in modo visibile, la fascia di colore bianco/azzurro riportante la dicitura ASSISTANCE, affinché possa facilmente essere riconosciuto dai passeggeri.

La biglietteria di terra, che provvede ad effettuare il check-in, dovrà consegnare alle PMR che imbarcano con veicolo proprio un tagliando adesivo da incollare su detto veicolo.

All’arrivo a bordo, detti veicoli dovranno essere indirizzati in via prioritaria verso aree di parcheggio di bordo a loro destinate. Le suddette aree consentono la piena mobilità delle PMR e il facile accesso alle aree passeggeri.

Prima dell’arrivo a destinazione, il Commissario trasmetterà all’agente portuale eventuali necessità di trasporto a terra.

In caso di emergenza la persona preposta aiuta la PMR a raggiungere il punto di riunione e i punti d’imbarco.

Il raggiungimento dei ponti nave è facilitato dalla presenza di ascensori provvisti di tastiera luminosa, audio e tasti appropriati per passeggeri non vedenti.

A bordo delle navi sono disponibili cabine attrezzate per PMR, conformemente alla normativa vigente di riferimento. Nelle aree pubbliche i percorsi che portano ai principali servizi di bordo sono evidenziati da guide tattili. Sono presenti, inoltre, servizi igienici dedicati ed attrezzati per le PMR. A bordo delle navi sono presenti posti riservati alle PMR, evidenziati mediante targhette identificative e forniti di dotazioni per il fissaggio delle sedie a rotelle.

Per rendere facilmente accessibile ai passeggeri PMR il documento di Sintesi delle disposizioni relative ai Diritti dei Passeggeri che viaggiano via mare e per vie navigabili interne, una copia cartacea dello stesso viene lasciata nella cabina a loro destinata; in caso di PMR non vedenti o ipovedenti, sarà disponibile alla reception della nave una registrazione audio con gli stessi contenuti ed un dispositivo per farla ascoltare. All’interno della suddetta Sintesi sono chiarite anche le modalità per l’invio di reclami.

15. AUTISTI

Per autista si intende il conducente di un veicolo commerciale imbarcato sulla nave. Ci possono essere più autisti per un singolo veicolo. Il prezzo del passaggio è stabilito dall’Ufficio Merci Grimaldi e deve essere incluso nella polizza di carico, insieme al nome e cognome dell’autista. Quest’ultimo deve essere in possesso dei documenti d’identità richiesti per il viaggio e per lo sbarco nel paese di destinazione.  Ai fini SOLAS e Decreto 13/10/1999 gli autisti sono assimilati ai passeggeri. Ogni autista riceve al Check-in regolare carta di imbarco.  Agli autisti va assegnato un posto in cabina, disponibilità nave permettendo. Gli autisti hanno diritto al vitto gratuito.

16. SALUTE E VACCINAZIONI

I passeggeri sono accettati con la presunzione di essere in buona salute, fisica e mentale. E’ disponibile un posto di pronto soccorso e una cabina-ospedale.

17. ASSICURAZIONE

L’armatore ed il Vettore dispongono di un’assicurazione rilasciata dal P&I Club unicamente per quanto riguarda la loro responsabilità verso terzi.

E’ possibile sottoscrivere una polizza di assicurazione multirischio a copertura di spese mediche, danni o perdita del bagaglio, spese di annullamento viaggi ed altro. Per maggiori dettagli e per verificare l’ambito e i limiti di operatività della copertura, anche in rapporto alle tutele già previste dalla legge, consulta la pagina dedicata e il set informativo disponibile qui: https://www.grimaldi-lines.com/it/assicurazione-nobis/

18. VEICOLI AL SEGUITO

Sono considerati veicoli a seguito passeggeri solo veicoli non contenenti merce destinata alla commercializzazione. Un veicolo contenente altro che bagaglio con effetti personali non è ammesso come veicolo a seguito e deve viaggiare come merce. Se dovesse essere negato l’imbarco perché il veicolo, inserito come veicolo a seguito passeggero, dovesse contenere merce destinata alla vendita, non verrà riconosciuto alcun rimborso. È consentito il trasporto di un solo veicolo a seguito per passeggero.

Per quanto riguarda l’extra altezza, ovvero la sistemazione di bagagli sul tetto, non è più consentita per i van e i camper diretti in Tunisia.

Pullman turistici, Truck, Tir e Jumbo con o senza autista devono viaggiare come merce.

Se il veicolo che si presenta per l’imbarco appartiene ad un codice di prenotazione differente di quello indicato sul biglietto il passeggero perde il diritto all’imbarco (senza rimborso del biglietto). Per essere ammesso a bordo all’imbarco dovrà pagare la differenza tra le categorie più le spese di variazione.

Il veicolo a seguito è imbarcato e sbarcato a cura del passeggero, il quale, una volta parcheggiato lo stesso al posto indicato dall’incaricato di bordo, dovrà avere cura di ingranare la marcia e tirare il freno a mano. Il veicolo dovrà essere chiuso a chiave. L’accesso alla zona garage rimane perentoriamente interdetto durante l’intera traversata. I veicoli non marcianti non possono essere imbarcati a seguito passeggeri e dovranno viaggiare come merce.

È fatto obbligo, all’atto dell’imbarco, dichiarare se il veicolo a seguito è dotato di impianto di alimentazione a metano o GPL. L’impianto di alimentazione a metano dei veicoli deve essere conforme a tutte le vigenti normative in materia e tale conformità deve essere debitamente certificata nel libretto di circolazione. Durante il tempo in cui i veicoli sono stivati a bordo le valvole di intercettazione del serbatoio di metano dovranno rimanere chiuse.

Il Passeggero deve essere in possesso di tutti i documenti necessari per lo sbarco e lo sdoganamento del veicolo nel porto di destinazione. In caso di incompletezza di detta documentazione il vettore declina ogni responsabilità. Tutti gli eventuali costi e spese che derivano dall’imbarco, sbarco e sdoganamento del veicolo sono a carico del passeggero.

Eventuali danni causati dal veicolo alla nave e\o terzi devono essere risarciti direttamente dal Passeggero che li ha causato, o per il tramite della sua assicurazione. Il Passeggero potrà comunque in qualsiasi momento essere invitato a sottoscrivere una dichiarazione di responsabilità dei danni prima dello sbarco dalla nave.

Si consiglia anche di sottoscrivere una polizza assicurativa per coprire gli eventuali danni che possono occorrere durante il trasporto marittimo per i quali il Vettore non può essere ritenuto responsabile, questi risponderà, infatti, solo dei danni che derivano dalla sua diretta responsabilità e nei limiti previsti dal Codice della Navigazione Italiano o da un’eventuale Convenzione Internazionale applicabile. La classificazione delle categorie dei veicoli è a discrezione del Vettore ed è pubblicata sul sito web www.grimaldi-lines.com.

19. BAGAGLIO

Sono ammessi come bagaglio in franchigia unicamente colli contenenti effetti personali. Il bagaglio non deve contenere beni destinati alla commercializzazione. Non è ammessa merce pericolosa e nociva (la lista della merce pericolosa e nociva include, ma non è limitata a: armi, esplosivi e droghe). Il passeggero è pregato di portare con sé il bagaglio necessario alla traversata poiché i ponti garage rimangono chiusi durante la navigazione. Ciascun passeggero con sistemazione in cabina ha diritto a portare in cabina una sola valigia. I passeggeri con sistemazione in poltrona o passaggio ponte possono portare solo un bagaglio a mano di modeste dimensioni. Il bagaglio in eccedenza ai limiti sopra indicati, salvo quelli sistemati nel o sul proprio veicolo, devono essere depositati nel bagagliaio mediante il pagamento del prezzo relativo. Masserizie e suppellettili devono essere registrati e sistemati, a pagamento, nel garage. La responsabilità del Vettore per il bagaglio non può in ogni caso superare i limiti previsti dal Convenzione di Atene del 13/12/1974 come modificata dal Protocollo di Londra del 01/11/2002 e/o dal Codice della Navigazione Italiano e/o da altra normativa italiana ed internazionale di settore eventualmente applicabile, e sempre nei limiti di 30 kg a persona per bagaglio non registrato, incluso quello eventualmente sistemato nel o sul veicolo a seguito o depositato in un bagagliaio della nave (ai sensi dell’articolo 410 del Codice della Navigazione Italiano). Il Vettore non è in nessun modo responsabile per qualsiasi furto, perdita, smarrimento o danneggiamento di gioielli, denaro, documenti, manoscritti, valori ed oggetti di valore, in qualsiasi luogo essi vengano tenuti a bordo.

Nel caso in cui il passeggero si accorga di aver smarrito degli effetti personali quando è ancora a bordo della nave potrà rivolgersi direttamente alla Reception per segnalare lo smarrimento.

Il personale preposto intraprenderà le opportune indagini al fine di rinvenire gli oggetti e riconsegnarli al passeggero.

In caso di mancato rinvenimento degli oggetti, o nel caso in cui il passeggero dovesse rilevare di aver dimenticato un oggetto personale a bordo nave quando è già sbarcato dalla nave potrà effettuare una segnalazione all’Ufficio preposto della Compagnia inviando una mail all’indirizzo customer@grimaldi.napoli.it

La segnalazione in questione dovrà contenere tutti i dettagli del viaggio, quali data, orario partenza, tratta effettuata, numero di biglietto ed eventuale numero di cabina o poltrona utilizzata, ed inoltre fornire una descrizione quanto più dettagliata possibile degli oggetti che ritiene di aver smarrito (allegando eventuali riproduzioni fotografiche ove possedute).

Il Dipartimento preposto provvederà ad effettuare tutte le opportune verifiche e a fornire riscontro al passeggero nel minor tempo possibile.

La segnalazione dello smarrimento dovrà essere inviata entro una settimana dalla data dello sbarco del passeggero.

In nessun caso, il Vettore potrà essere ritenuto responsabile dello smarrimento né sarà tenuto a corrispondere alcun indennizzo in caso di mancato ritrovamento.

Allo stesso modo il Vettore non potrà essere considerato in alcun modo responsabile di furti, perdite, smarrimenti e danneggiamenti di nessuna tipologia di oggetti, neanche quelli di valore quali gioielli, documenti, manoscritti, strumenti musicali, dipinti e denaro.

Gli oggetti rinvenuti a bordo che non dovessero essere reclamati verranno custoditi in nave per un periodo limitato ed in ogni caso non superiore ai due mesi.

Trascorso tale periodo gli oggetti smarriti verranno trasferiti presso la sede centrale della Compagnia presso l’ufficio preposto che provvederà a custodirli per ulteriori sei mesi, oltre tale periodo si provvederà al relativo smaltimento.

20. VALUTA

La valuta di bordo è l’€uro. Non c’è cambio valuta. Non si accettano assegni.

21. BAMBINI

Le riduzioni per bambini sono pubblicate sul sito www.grimaldi-lines.com, nella sezione offerte. L’età del bambino deve essere documentata. Come riferimento vale il giorno dell’imbarco d’ogni singolo tragitto.

22. ANIMALI DOMESTICI

Sono considerati animali domestici tutti gli animali che possono essere regolarmente posseduti ai sensi della normativa vigente nel paese di appartenenza del passeggero.

Per cani e gatti ci sono alloggi dedicati al loro soggiorno, gli altri animali (conigli, uccellini, criceti ecc.) devono viaggiare nei trasportini di proprietà del passeggero. Non è consentito loro l’ingresso in cabina diversa da quella propriamente adibita all’accesso animali (pet cabin), nella sala poltrone e nelle sale comuni; sono ammessi sui ponti esterni della nave, dove potranno tranquillamente passeggiare insieme ai loro padroni, stando al guinzaglio ed indossando la museruola.

Inoltre, il passeggero deve provvedere al vitto per l’animale in quanto il bordo non è in nessun modo obbligato a fornire il cibo, ad eccezione dell’acqua. Il passeggero deve accudire personalmente l’animale ed è obbligato a rimuovere escrementi, o altro, da esso prodotti. Il passeggero è responsabile dell’animale a seguito. Danni alla nave, a persone o cose, devono essere risarciti sul posto. Il passeggero è altresì responsabile delle vaccinazioni e altre procedure richieste per viaggiare o per sbarcare al porto di destinazione. Il trasporto di animali diversi da Animali Domestici è da escludere come “a seguito passeggero” e deve essere trattato con accordo “ad hoc”.

Gli animali domestici devono essere prenotati, o direttamente online sul sito web della Compagnia o tramite Call Center oppure attraverso gli uffici periferici che hanno accesso diretto al Sistema di Prenotazione Computerizzato, previa disponibilità nave.

Per il trasporto di animali domestici (cani, gatti e furetti) è obbligatorio portare con sé:

– per trasporti effettuati tra Paesi dell’Area Schengen o da un Paese Schengen a un Paese extra Schengen: il Passaporto europeo (PET), il guinzaglio e la museruola da indossare per l’accesso alle zone comuni;

– per le tratte nazionali: l’iscrizione all’anagrafe canina (microchip registrato), il certificato di buona salute rilasciato dal medico veterinario, il guinzaglio e la museruola da indossare per l’accesso alle zone comuni.

I cani, gatti e furetti che vengono introdotti in UE dalla Tunisia e dal Marocco devono essere identificati tramite un microchip o un tatuaggio chiaramente leggibile, se apposto prima del 03/07/2011. La documentazione da presentare all’imbarco è la seguente:

-certificato sanitario conforme all’allegato IV del Regolamento di Esecuzione (UE) N. 577/2013;

-copia del certificato con i dati di identificazione elettronica dell’animale;

-copia del certificato con i dati della vaccinazione contro la rabbia. Oltre alla vaccinazione anti rabbia, questi animali devono essere sottoposti alla cosiddetta “titolazione degli anticorpi”, che consiste in uno speciale esame da effettuarsi, almeno un mese dopo l’avvenuta vaccinazione anti rabbia, presso un laboratorio riconosciuto dall’UE, per accertare la presenza di un livello protettivo minimo (maggiore di 0,5 Ul/ml). Il risultato del test deve essere allegato alla documentazione da presentare all’imbarco e il livello protettivo minimo risultante dalle analisi deve essere dichiarato sul certificato sanitario o sul passaporto dell’animale.

Si sottolinea che, in ogni caso, gli animali trasportati devono essere in regola con tutta la documentazione sanitaria richiesta al momento del viaggio dalle norme vigenti.

Per avere informazioni aggiornate in merito al trasporto di animali domestici, si consiglia di consultare sempre, prima di effettuare la prenotazione e prima dell’inizio del viaggio, il sito web del ministero della Salute italiano e il sito dell’Unione Europea.

Se un passeggero si presenta al check-in con un animale non riportato sul biglietto, l’agente portuale procederà come segue:

  • verificherà la disponibilità di posti adibiti a bordo;
  • incasserà il corrispettivo, emettendo un biglietto;

Il Comandante deve far rispettare le regole per il trasporto di animali. In nessun caso può essere tollerata la presenza di animali in cabina e nelle zone passeggeri o all’interno dei veicoli dei passeggeri.

Nel caso in cui un passeggero venga trovato con un animale a bordo, non citato sul biglietto, questo è da escludere come “a seguito passeggero” e deve essere trattato con accordo “ad hoc”.

I passeggeri non vedenti potranno viaggiare accompagnati dal proprio cane-guida, in base a quanto stabilito dalla normativa nazionale (legge 25 agosto 1988, n. 376), internazionale e comunitaria (articolo 11.5 del Regolamento UE n. 1177/2010) senza costi aggiuntivi.

Il cane-guida potrà viaggiare in cabina assieme al passeggero. La presenza del cane-guida dovrà essere segnalata al momento dell’imbarco.

Se una persona con disabilità o una persona a mobilità ridotta è accompagnata da un cane da assistenza riconosciuto, quest’ultimo è sistemato insieme alla persona in questione, a condizione che sia fornita notifica al vettore, all’agente di viaggio o all’operatore turistico in conformità delle norme nazionali applicabili in materia di trasporto di cani da assistenza riconosciuti a bordo di navi da passeggeri, se tali norme esistono.

Le limitazioni e le restrizioni per il trasporto di animali domestici sono necessarie per il bene di tutti i passeggeri.

23. ANNULLAMENTO DEL BIGLIETTO DA PARTE DEL PASSEGGERO

Gli annullamenti dell’intero biglietto o di alcune voci dello stesso (riduzione del numero di passeggeri, cancellazione di veicolo, sistemazione, animali domestici) devono essere notificati per iscritto all’ufficio del Vettore, o direttamente o tramite l’Agenzia di Viaggio. Per  i  biglietti  a  tariffa  special, l’annullamento  non  dà diritto ad alcun rimborso salvo ove diversamente previsto dalle condizioni di applicabilità dell’offerta speciale. Per i biglietti a tariffa standard l’annullamento dà diritto al rimborso  dell’importo  totale  del  biglietto  in  caso  di annullamento  dell’intero  biglietto  (incluso  passeggeri, supplementi  sistemazioni  ed  eventuali  veicoli  e  varie  al seguito)  o  della  singola  voce  oggetto  di  annullamento, salva applicazione delle seguenti penali:

  • 10%, più diritti fissi, fino a 30 giorni di calendario prima della partenza;
  • 30%, più diritti   fissi,   da   29   a   7   giorni   di calendario prima della partenza;
  • 50%, più diritti fissi da 6 a 2  giorni di calendario prima della partenza;
  • 100%, più diritti  fissi,  dal  giorno  prima  e/o  per mancata presentazione all’imbarco.

Non saranno accettate le richieste di annullamento di un biglietto  a  tariffa  Standard,  se  lo  stesso  sia già  stato oggetto, per due volte, di variazione di data, ora, linea. I  pasti a bordo  ed  il  servizio  di shuttle bus  sono  sempre rimborsabili, salvo in caso di annullamento effettuato dal giorno prima  della partenza  o di mancata  presentazione all’imbarco (penale di annullamento 100%).I  biglietti con  Convenzione  sono  rimborsabili secondo  le succitate  condizioni  se  in  regime  di  tariffa  standard, diversamente non saranno rimborsabili. Nessun  rimborso  è  dovuto  per  mancato  imbarco  per causa     di     rifiuto     da     parte     dell’autorità  o  di mancanza/insufficienza del documento del passeggero o del veicolo.

È possibile stipulare una polizza assicurativa  a  copertura  delle  sopracitate  penalità  per cancellazioni. Per maggiori dettagli e per verificare l’ambito e i limiti di operatività della copertura, anche in rapporto alle tutele già previste dalla legge, consulta la pagina dedicata e il set informativo disponibile qui: https://www.grimaldi-lines.com/it/assicurazione-nobis/

In caso di annullamento del biglietto da parte del passeggero, per qualsiasi motivo ed in qualsiasi momento, il premio pagato per la polizza non viene mai rimborsato (penale 100%).

24. VARIAZIONE DEL BIGLIETTO DA PARTE DEL PASSEGGERO

Tutti  i  biglietti,  sia  a  tariffa standard  che  special,  sono soggetti  a  restrizioni  in  caso  di  variazione,  ovvero  al pagamento   di    differenze    tariffarie    se    la    modifica comporta un incremento della tariffa originaria. Se il nuovo viaggio ha un costo inferiore, la differenza tariffaria viene rimborsata nel caso in cui la modifica del biglietto è effettuata mediante il medesimo canale con cui è stata fatta la prima prenotazione. In caso di cambio  data,  di  orario  o  di  linea  si  applicano  inoltre  le spese  di  variazione  pari  a  30,00  euro.  Le  richieste  di aggiunta  e/o  variazione  di  data,  ora,  linea,  passeggeri, sistemazioni,  veicoli ecc.  saranno  accettate  nei limiti dei posti  per  passeggeri  e  spazi  garage  disponibili  a  bordo (variabili in base alla data e alla linea marittima) e sono, pertanto, soggette a disponibilità. Il  Vettore  si  riserva  la  facoltà  di  lanciare  campagne promozionali  straordinarie  limitate  nel  tempo,  durante  il corso  della  stagione,  i  cui  biglietti  possono  non  essere modificabili, oltre che non rimborsabili, o possono essere soggetti   alle   diverse   condizioni   di   variazione   e/o annullamento   specificate   nelle   relative   condizioni   di applicabilità dell’offerta speciale.

Variazione Data, ora e linea

Il  cambio  data,  ora  e  linea può  avvenire  solo  per  le partenze già disponibili alla vendita. Può  essere  effettuata  inderogabilmente  per  un  numero massimo di due volte fino a due giorni prima della data di partenza, previo pagamento dell’eventuale adeguamento tariffario. Si applicano le spese di variazione di 30,00 euro.

Variazione Veicolo

 Può essere richiesta fino al giorno della partenza, previo pagamento della differenza tariffaria dovuta per il nuovo veicolo, se la modifica prevede il cambio di categoria. Non si applicano spese di variazione

Variazione Sistemazione

Può  essere  richiesta  anche  il  giorno  della  partenza, previo pagamento della differenza tariffaria dovuta per la nuova    sistemazione.    Non    si    applicano    spese    di variazione.

Variazione Nome

Può essere richiesta anche il giorno della partenza. Non si applicano spese di variazione.

Aggiunta Passeggero (adulto/bambino/infant)

Può essere richiesta fino al giorno della partenza, previo pagamento    del    costo    del    nuovo    passeggero    ed eventuale   sistemazione.   Non   si   applicano   spese   di variazione.

Aggiunta Veicolo

Può  essere  richiesta  anche  il  giorno  della  partenza, previo   pagamento   del   costo   del   nuovo   veicolo   ed eventuali   diritti    fissi.    Non    si    applicano    spese   di variazione.

Aggiunta Animali Domestici

Può essere richiesta fino al giorno della partenza, previo pagamento  del  costo  dell’animale.  Non  si  applicano spese di variazione.

Aggiunta Pasti/Servizi

Può essere richiesta fino al giorno della partenza, previo pagamento del costo del pasto/servizio. Non si applicano spese di variazione.

Aggiunta Shuttle Bus

Può essere richiesta fino al giorno della partenza, previo pagamento  del  costo  del  servizio.  Non  si  applicano spese  di  variazione.  In  caso  di  aggiunta  nello  stesso giorno  della  partenza,  si  prega  di  verificare  prima  che  il servizio  sia  attivo,  chiamando  al  Call  Center  081  496 444.

Eccezioni Linee Marocco & Tunisia

Variazione nome

Per  i  biglietti  con  tariffa  speciale  Sconto  Sul  Ritorno,  il cambio  nome  può  essere  richiesto  solo  fino  a  2  giorni prima  del  viaggio  di  andata.  Non  si  applicano  spese  di variazione. La Compagnia   si   riserva   il   diritto   di   modificare   su specifiche   partenze   le   condizioni   di   annullamento   e variazione dei biglietti da parte del passeggero

25. RECLAMI

Il passeggero che desideri presentare un reclamo al Vettore ai sensi del Regolamento UE 1177/2010, potrà trasmetterlo entro due mesi dalla data in cui è stato prestato o avrebbe dovuto essere prestato il servizio. Entro un mese dal ricevimento del reclamo il Vettore dovrà notificare al passeggero che il reclamo è stato accolto, respinto o è ancora in esame. Il tempo necessario per rispondere definitivamente al reclamo non dovrà superare i due mesi dal ricevimento dello stesso.

I reclami possono essere inviati in lingua italiana e/o inglese:

– via mail all’indirizzo: customer@grimaldi.napoli.it

– via posta certificata all’indirizzo: grimaldieuromed@legalmail.it

– via posta ordinaria / raccomandata a: Grimaldi Euromed SpA, via Marchese Campodisola n. 13, 80133 Napoli.

Il reclamante potrà utilizzare l’apposito form scaricabile dal sito web www.grimaldi-lines.com, nella sezione Reclami, o inviare una comunicazione contenente almeno:

  1. i riferimenti identificativi dell’utente (nome, cognome, recapito) allegando copia del documento di identità e i dati identificativi dell’eventuale rappresentante, allegando in tal caso la delega;
  2. i riferimenti identificativi del viaggio (data, ora di partenza, origine e destinazione) e del contratto di trasporto (codice prenotazione o numero biglietto);
  3. la descrizione della non coerenza del servizio rispetto a requisiti definiti dalla normativa europea o nazionale e dalle condizioni generali di trasporto.

In caso di mancata risposta al reclamo nei termini di cui sopra, laddove il reclamo sia stato presentato in maniera completa e con le modalità sopra indicate, o in caso di risposta ritenuta non soddisfacente, il passeggero potrà:

  1. utilizzare la procedura di risoluzione extragiudiziale delle controversie avviando una procedura di conciliazione innanzi alla Camera di Commercio del luogo di residenza e/o domicilio del passeggero;
  2. presentare un reclamo di seconda istanza alla competente Autorità nazionale dello Stato membro dell’Unione europea nel cui territorio si trova il porto di partenza, ovvero il porto di destinazione qualora il porto di partenza si trovi in un Paese non appartenente all’Unione europea, secondo le modalità indicate dalla competente Autorità (per l’Italia, Autorità di Regolazione dei Trasporti, cfr. https://www.autorita-trasporti.it/trasporto-via-mare-e-per-vie-navigabili-interne/ ; per gli altri Stati membri, cfr.https://ec.europa.eu/transport/sites/transport/files/themes/passengers/maritime/doc/2010_1177_national_enforcement_bodies.pdf ).

In caso di ritardo nella risposta al reclamo da parte del Vettore, qualora si trovi in Italia il porto di partenza (ovvero il porto di destinazione qualora il porto di partenza si trovi in un Paese non appartenente all’Unione europea), il passeggero avrà diritto ad un indennizzo automatico come previsto dalla misura n. 5 della delibera dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti n. 83/2019 reperibile sul sito della Autorità, al seguente link: https://www.autorita-trasporti.it/wp-content/uploads/2019/07/All.-A-delibera-n.-83_2019.pdf

26. RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE

  1. Tutte le controversie nascenti dal contratto di trasporto passeggeri verranno deferite alla Camera di Commercio del luogo di residenza e/o domicilio del consumatore e risolte secondo il Regolamento di Conciliazione dalla stessa adottato.
  2. Il tentativo di conciliazione di cui al precedente punto 1 costituisce condizione di procedibilità dell’eventuale azione giudiziaria a norma dell’articolo 5, comma 5, del D. Lgs. n.28/2010.

DECRETO 11052020, n. 38

(Direttiva (UE) 2017/2109 che modifica la Direttiva 9841CE relativa alla registrazione delle persone a bordo delle navi passeggeri) All’atto della prenotazione il cliente deve fornire i seguenti dati: cognome, nome, nazionalità, data di nascita, sesso, n° documento d’identità (solo per le tratte Extra Schengen), n° cellulare, indirizzo e-mail. Inoltre il passeggero ha la facoltà di indicare un numero di contatto in caso di emergenza  ed eventuali proprie necessità di particolari cure e o assistenza in situazioni di emergenza. I dati forniti saranno trattati nel rispetto della legge n. 675 31121996.

27. INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Con l’entrata in vigore del Regolamento UE n. 679/2016, “relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE” (di seguito “Regolamento” o “GDPR”), la Società Grimaldi Group S.p.A., in qualità di titolare del trattamento, è tenuta a fornire alcune informazioni riguardanti le modalità e le finalità relative al trattamento dei dati personali. Si riporta nella tabella di seguito una brevissima sintesi del contenuto dell’informativa, successivamente riportata.

Titolare del Trattamento Grimaldi Group S.p.A. (di seguito, “Titolare” o “Società”)
Finalità
  1. Conclusione, gestione ed esecuzione del contratto di trasporto marittimo
  2. Assistenza ai passeggeri a modalità ridotta che ne facciano richiesta
  3. Applicazione di scontistica a passeggeri con disabilità e loro accompagnatori
  4. Pubblicità e marketing
  5. Profilazione
Base Giuridica In base alla finalità, rispettivamente:

  1. Esecuzione di un contratto o di misure precontrattuali
  2. Assistenza (art. 9, comma 2, lett. h, GDPR)
  3. Consenso dell’interessato
  4. Consenso dell’interessato
  5. Consenso dell’interessato
Trasferimento di dati Possibile, con sussistenza di adeguate garanzie per la tutela dei diritti dell’interessato
Diritti dell’Interessato a.         di accesso ai dati personali; b.         di ottenere la rettifica o la cancellazione dei dati o la limitazione del trattamento; c.         di opporsi al trattamento dei dati; d.         di ottenere la portabilità dei dati; e.         di proporre reclamo all’autorità di controllo competente (es. Garante Privacy). I diritti di cui alle lettere da a) a d) sono esercitabili contattando il seguente recapito privacy@grimaldi.napoli.it.

Il Titolare del trattamento ha designato un Responsabile per la Protezione Dati, in possesso della conoscenza specialistica della normativa e delle prassi in materia di protezione dei dati il quale è quindi in grado di assolvere i compiti di cui all’articolo 39 del Reg. EU 679/2016. 1. Oggetto del trattamento La informiamo, ai sensi dell’art. 13 GDPR, che i dati personali, identificativi (i.e.  nome, cognome, indirizzo, codice fiscale, partita IVA, e-mail, numero telefonico) ed eventualmente appartenenti a categorie particolari (i.e. dati relativi alla salute), da Lei forniti a questa Società in sede di stipula del contratto di trasporto marittimo, formeranno oggetto di trattamento nel rispetto della normativa sopra richiamata e degli obblighi di riservatezza. Le operazioni di trattamento riguardano:

  • dati anagrafici e di contatto dei passeggeri;
  • dati concernenti l’appartenenza a categorie professionali – i.e. iscrizione ad albi professionali, forze dell’ordine – ovvero la sua iscrizione a programmi fedeltà o associativi sottoscritti con società terze – ad es. Trenitalia, Payback, Telepass, Poste Italiane, ACI ecc. (per ottenere sconti sui servizi offerti dalla compagnia).

Le ricordiamo, peraltro, che il trattamento potrà riguardare i seguenti dati appartenenti a categorie particolari di cui all’art. 9 del GDPR, se da Lei spontaneamente conferiti:

  • informazioni circa una limitazione della propria mobilità;
  • informazioni circa proprie disabilità
  • dati da Lei eventualmente forniti circa particolari necessità dovute al Suo stato di salute.

2. Finalità del trattamento cui sono destinati i dati (art. 6 GDPR)

I dati non particolari verranno trattati per le seguenti finalità:

  1. gestione delle richieste di preventivo;
  2. conclusione, gestione ed esecuzione delle operazioni connesse al contratto di trasporto marittimo;
  3. invio di informazioni di carattere logistico sul viaggio (ad es. ritardi, molo di partenza, ecc.);
  4. comunicazioni a bordo nave;
  5. fornitura a bordo nave dei prodotti e dei servizi acquistati;
  6. estrazione di informazioni di carattere statistico, in forma anonima;
  7. trasmissione dei suoi dati ad agenzie marittime, terminal ed autorità portuali, autorità giudiziarie e forze dell’ordine;
  8. invio di comunicazioni tramite e-mail, a fini promozionali e di marketing, qualora abbia prestato il Suo consenso per questa finalità (“marketing generico”);
  9. invio di comunicazioni tramite e-mail, a fini promozionali e di marketing, a seguito di profilazione, qualora abbia prestato il Suo consenso per questa finalità (“marketing profilato”).

Con riferimento al punto 9, si precisa che l’articolo 4 del GDPR definisce la profilazione come “qualsiasi forma di trattamento automatizzato di dati personali consistente nell’utilizzo di tali dati personali per valutare determinati aspetti personali relativi a una persona fisica, in particolare per analizzare o prevedere aspetti riguardanti le preferenze personali, gli interessi, il comportamento, la sensibilità alle offerte commerciali, l’ubicazione o gli spostamenti di detta persona fisica”. Pertanto, la stessa può considerarsi un’attività di elaborazione dei dati personali che consiste nel suddividere i clienti in gruppi omogenei a seconda del loro comportamento. Nell’ambito delle attività della Società, dunque, ove Lei esprima il Suo consenso, i Suoi Dati Personali potranno essere trattati per tracciare una “storia” del suo rapporto commerciale con Grimaldi Group S.p.A. (ad esempio, potranno essere presi in considerazione i diversi “touch point” con la Società, le modalità d’interazione da Lei utilizzate, le preferenze e la frequenza di acquisto).  Tale attività mira ad elaborare un Suo profilo per personalizzare l’offerta di servizi ed eventuali specifici servizi da Lei richiesti. Si informa che, qualora Lei dovesse contattare il nostro contact center, le telefonate potranno essere ascoltate, per attività di monitoraggio della qualità, tramite l’applicazione di misure di mascheramento della voce (morphing). I dati appartenenti a categorie particolari verranno trattati per le seguenti finalità:

  1. fornire la necessaria assistenza alle persone con mobilità ridotta;
  2. applicare la speciale scontistica eventualmente prevista a favore delle persone con disabilità e loro accompagnatori, qualora abbia prestato il Suo consenso per questa finalità

3. Modalità di trattamento dei dati (art. 5 GDPR)

La informiamo, inoltre, che i dati personali a Lei riferibili saranno trattati, anche attraverso l’ausilio di strumenti informatici, nel rispetto delle modalità indicate nel GDPR, il quale prevede, tra l’altro, che i dati stessi siano:

  • trattati secondo i principi di liceità, trasparenza e correttezza;
  • raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi (“limitazione delle finalità”);
  • adeguati, pertinenti, e non eccedenti rispetto alle formalità del trattamento (“minimizzazione dei dati”);
  • esatti ed aggiornati (“esattezza”);
  • conservati per un arco di tempo non superiore al conseguimento delle finalità per le quali sono trattati (“limitazione della conservazione”);
  • trattati mediante strumenti idonei a garantirne la sicurezza e la riservatezza, compresa la protezione da trattamenti non autorizzati o illeciti e dalla perdita, dalla distruzione o dal danno accidentali (“integrità e riservatezza”).

I dati personali vengono conservati secondo la tabella che segue.

Dati Tempi di conservazione Finalità della conservazione
Nome Cognome Codice Fiscale Data di Nascita Luogo di Nascita Nazionalità Estremi carta d’identità Indirizzo di Residenza Dati sensibili (stato di salute) Targa veicolo Numero di telefono E-mail 10 anni dal termine del viaggio Ai fini della gestione degli adempimenti successivi all’esecuzione del contratto (es.: invio documentazione fiscale, etc.) e, successivamente, al fine di adempiere agli obblighi di tenuta delle scritture contabili e di resistere in caso di insorgenza di eventuali controversie sollevate dai passeggeri
Nome Cognome Data di nascita Paese/Provincia E-mail Per finalità di marketing, i dati verranno trattenuti fino alla disiscrizione da parte dell’utente, possibile tramite link presente in ogni comunicazione e-mail, la quale verrà inviata almeno ogni 12 mesi Svolgimento di attività di marketing generico e marketing profilato

4. Base giuridica

La base giuridica dei trattamenti sopra elencati al paragrafo 2, numeri da 1 a 7, si ravvisa nella necessità di dare esecuzione ad un contratto o a misure precontrattuali (art. 6, comma 1, lett. b, GDPR), nonché nella necessità di adempiere un obbligo legale al quale è sottoposto il titolare del trattamento (art. 6, comma 1, lett. c, GDPR). La base giuridica dei trattamenti sopra elencati al paragrafo 2, numeri 8, 9 e 11, si ravvisa nel consenso dell’interessato (art. 6, comma 1, lett. a, GDPR). La base giuridica dei trattamenti sopra elencati al paragrafo 2, numero 10, si ravvisa nella necessità di assistenza (art. 9, comma 2, lett. h, GDPR).

5. Trasferimento di dati

Si informa che i Suoi dati potranno essere comunicati, oltre che ad altre società appartenenti al Gruppo Grimaldi, anche ad entità stabilite in Paesi terzi, anche al di fuori del territorio dell’Unione Europea, con l’osservanza di idonee procedure. Con riferimento ai Paesi intra UE, i Suoi dati potranno essere comunicati alle autorità portuali, autorità giudiziarie e forze dell’ordine, alle agenzie marittime e ai terminal siti in Spagna, Grecia, Germania, Belgio, Irlanda, Portogallo, Cipro, Svezia e Danimarca. Per quanto concerne i Paesi extra UE, i dati potranno essere trasferiti ai suddetti destinatari operanti in Gran Bretagna, Tunisia, Marocco, Turchia, Israele, Brasile, Uruguay, Argentina, Senegal, Benin, Nigeria, Ghana, Costa d’Avorio, USA e Canada. In particolare, La comunicazione dei Suoi dati alle agenzie marittime è prevista in quanto la stessa agisce in rappresentanza dell’armatore per trasmettere i dati alle Autorità. Con riferimento al terminal, invece, sussiste un obbligo per cui lo stesso dovrà effettuare particolari controlli sulle persone e sulle cose destinate all’imbarco ovvero sbarcanti. Da ciò deriva che l’armatore sarà obbligato a comunicare preventivamente i dati dei passeggeri al terminal, il quale nel rispetto della security sarà tenuto a comunicare i dati ricevuti alle Autorità competenti (e.g. Capitaneria di porto, Polizia di frontiera, Guardia di finanza e Dogana). In aggiunta, Grimaldi Group S.p.A. può comunicare direttamente i dati dei passeggeri alle Autorità da ultimo menzionate. Con riferimento ai trasferimenti che potranno aver luogo nei Paesi quali Israele, Uruguay, Argentina, USA e Canada la Commissione Europea si è espressa legittimando il trasferimento con apposite decisioni di adeguatezza a norma dell’Articolo 25 comma 6 della Direttiva 95/46/CE. Negli altri Paesi, invece, ove imposto dal GDPR, il trasferimento dei dati sarà regolato conformemente ai principi stabiliti dal Regolamento nei rapporti contrattuali intrattenuti dalla Società.

6. Comunicazione dei dati

La informiamo, altresì, che il predetto trattamento dei dati personali e sensibili inerenti, connessi e / o strumentali al contratto di trasporto marittimo, potrà prevedere l’accesso ai suddetti dati da parte di:

  1. Autorità pubbliche ai sensi della Circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 104/2014 nel rispetto della Direttiva 98/41/CE (i.e. capitaneria di porto e autorità portuale);
  2. Autorità giudiziarie e Forze dell’Ordine;
  3. Biglietterie, terminal e agenzie marittime per l’organizzazione delle attività di imbarco/sbarco;
  4. Società di catering, per la fornitura di prodotti e servizi a bordo nave;
  5. Società esterne che si occupano dell’organizzazione di eventi a bordo nave;
  6. Società con cui Lei ha sottoscritto programmi fedeltà o associativi – ad es. Trenitalia, Payback, Telepass, Poste Italiane, ACI ecc. – che, in virtù di convenzione con Grimaldi Group S.p.A., Le garantiscono accesso a sconti sui servizi offerti dalla compagnia;
  7. Studi legali, nell’eventualità in cui dovessero insorgere delle controversie;
  8. Compagnie di assicurazione sia in sede di prenotazione dei biglietti, sia in sede di reclamo;
  9. Periti in fase di reclamo;
  10. Società, anche appartenenti al Gruppo Grimaldi, fornitrici di altri servizi essenziali alla prestazione del trasporto marittimo ovvero allo svolgimento delle attività di marketing, anche subordinate al Suo consenso esplicito, quali l’hosting di siti e sistemi web, i servizi e-mail, il marketing, la sponsorizzazione di concorsi a premi e altre promozioni, i servizi di audit, l’analisi dei dati, la conduzione di ricerche di mercato e sondaggi di gradimento.

La necessità di comunicazione dei dati dei passeggeri alle autorità di cui al punto n. 1 deriva dall’obbligo di conteggio e di registrazione delle persone a bordo delle navi passeggeri, oggetto della Circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 104/2014. Potrebbe essere necessario per noi – sulla base di leggi, procedimenti legali, controversie e/o richieste avanzate da autorità pubbliche o governative all’interno o all’esterno del Suo Stato di residenza, finalità di sicurezza nazionale altre questioni di importanza pubblica – comunicare i Suoi dati personali. Quando legalmente possibile, La informeremo prima di tale comunicazione. Potremmo, inoltre, comunicare i Suoi dati personali se stabiliamo in buona fede che tale comunicazione è ragionevolmente necessaria per far valere e proteggere i nostri diritti ed attivare i rimedi disponibili.

7. Diritti dell’interessato (art. 15 – 21 GDPR)

Informiamo infine, che l’interessato può, in qualsiasi momento, esercitare i diritti:

  • di accesso ai dati personali, richiedendo che questi dati vengano messi a Sua disposizione in forma intelligibile, nonché alle finalità su cui si basa il trattamento (ex art. 15);
  • di ottenere la rettifica (ex art. 16) o la cancellazione (ex art. 17) degli stessi o la limitazione del trattamento (ex art. 18);
  • di ottenere la portabilità dei dati (ex art. 20);
  • di opporsi al trattamento dei dati (ex art. 21);
  • di proporre reclamo all’autorità di controllo competente.

I diritti di cui alle lettere da a) a d) possono essere esercitati rivolgendo le richieste al seguente indirizzo e-mail privacy@grimaldi.napoli.it. A tal riguardo, Le segnaliamo inoltre che il Responsabile della Protezione dei Dati nominato dalla Società è contattabile al seguente indirizzo e-mail DPO@grimaldi.napoli.it

8. Natura del conferimento dei dati e conseguenze di un’eventuale mancata comunicazione dei dati Il conferimento dei dati non appartenenti a categorie particolari è necessario per l’esatta esecuzione degli obblighi contrattuali e precontrattuali a nostro carico e la loro mancata indicazione comporta l’impossibilità di concludere il contratto di trasporto marittimo da Lei richiesto, nonché di adempiere esattamente gli obblighi di legge e quelli derivanti dall’interesse pubblico alla tutela della sicurezza nei porti. Il conferimento dei dati appartenenti a categorie particolari è facoltativo. Tuttavia, se tali dati saranno conferiti, la Società potrà: soddisfare al meglio le Sue esigenze e prestarLe la necessaria assistenza; applicarLe – nei casi e modi previsti – la speciale scontistica riservata.

9. Consenso Il trattamento dei suoi dati personali per le finalità indicate al paragrafo 2, numeri 8, 9 e 11, può avvenire solo qualora Lei abbia espresso un esplicito consenso ai sensi dell’art. 7 del GDPR). A tal riguardo, Le segnaliamo che, ferma restando la liceità del trattamento basata sul consenso prima della revoca, Le sarà possibile revocare in qualsiasi momento il consenso prestato inviando una richiesta all’indirizzo e-mail privacy@grimaldi.napoli.it, nonché utilizzando il canale che Le verrà indicato nelle comunicazioni che riceverà ovvero cliccando sull’apposito link nelle mail che Le verranno inviate.

Sposta sul contenuto