Come posso inoltrare un reclamo?

Il passeggero che desideri presentare un reclamo al Vettore ai sensi del Regolamento UE 1177/2010, potrà trasmetterlo entro due mesi dalla data in cui è stato prestato o avrebbe dovuto essere prestato il servizio. Entro un mese dal ricevimento del reclamo il Vettore dovrà notificare al passeggero che il reclamo è stato accolto, respinto o è ancora in esame. Il tempo necessario per rispondere definitivamente al reclamo non dovrà superare i due mesi dal ricevimento dello stesso.

I reclami possono essere inviati in lingua italiana e/o inglese:

– via mail all’indirizzo: customer@grimaldi.napoli.it

– via posta certificata all’indirizzo: grimaldieuromed@legalmail.it

– via posta ordinaria / raccomandata a: Grimaldi Euromed SpA, via Marchese Campodisola n. 13, 80133 Napoli.

Il reclamante potrà utilizzare l’apposito form scaricabile al seguente link o inviare una comunicazione contenente almeno:

  1. i riferimenti identificativi dell’utente (nome, cognome, recapito) allegando copia del documento di identità e i dati identificativi dell’eventuale rappresentante, allegando in tal caso la delega;
  2. i riferimenti identificativi del viaggio (data, ora di partenza, origine e destinazione) e del contratto di trasporto (codice prenotazione o numero biglietto);
  3. la descrizione della non coerenza del servizio rispetto a requisiti definiti dalla normativa europea o nazionale e dalle condizioni generali di trasporto.

In caso di mancata risposta al reclamo nei termini di cui sopra, laddove il reclamo sia stato presentato in maniera completa e con le modalità sopra indicate, o in caso di risposta ritenuta non soddisfacente, il passeggero potrà:

  1. utilizzare la procedura di risoluzione extragiudiziale delle controversie avviando una procedura di conciliazione innanzi alla Camera di Commercio del luogo di residenza e/o domicilio del passeggero;
  2. presentare un reclamo di seconda istanza alla competente Autorità nazionale dello Stato membro dell’Unione europea nel cui territorio si trova il porto di partenza, ovvero il porto di destinazione qualora il porto di partenza si trovi in un Paese non appartenente all’Unione europea, secondo le modalità indicate dalla competente Autorità (per l’Italia, Autorità di Regolazione dei Trasporti, cfr. https://www.autorita-trasporti.it/trasporto-via-mare-e-per-vie-navigabili-interne/ ; per gli altri Stati membri, cfr.https://ec.europa.eu/transport/sites/transport/files/themes/passengers/maritime/doc/2010_1177_national_enforcement_bodies.pdf ).

In caso di ritardo nella risposta al reclamo da parte del Vettore, qualora si trovi in Italia il porto di partenza (ovvero il porto di destinazione qualora il porto di partenza si trovi in un Paese non appartenente all’Unione europea), il passeggero avrà diritto ad un indennizzo automatico come previsto dalla misura n. 5 della delibera dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti n. 83/2019 reperibile sul sito della Autorità, al seguente link: https://www.autorita-trasporti.it/wp-content/uploads/2019/07/All.-A-delibera-n.-83_2019.pdf

In alternativa ai canali di cui sopra i passeggeri che hanno acquistato il biglietto online potranno trasmettere eventuali reclami attraverso la “piattaforma ODR” (Risoluzione online delle controversie) previa registrazione da effettuare mediante il seguente link: https://ec.europa.eu/consumers/odr/main/index.cfm?event=main.home2.show&lng=IT

Sposta sul contenuto