Passeggere in stato di gravidanza

Passeggere in stato di gravidanza
Le donne in stato di gravidanza avanzata, oltre il 6° mese, potranno viaggiare solo se dotate di certificato medico che le autorizzi al viaggio e che sia stato emesso non più di 7 giorni prima della data della partenza.

Se, invece, la gravidanza fosse complicata, la passeggera in attesa dovrà essere dotata di certificato medico che la autorizzi al viaggio, indipendentemente dai mesi di gravidanza. L’imbarco non sarà in ogni caso permesso alle donne che sono previste partorire nei 7 giorni successivi alla partenza o che abbiano partorito nei 7 giorni precedenti alla partenza. Resta in ogni caso salva la facoltà del Comandante della Nave di rifiutare l’imbarco di una donna in stato di gravidanza che si trovi, a suo insindacabile giudizio, in condizioni di salute che non le consentano di affrontare il viaggio. Nel caso in cui il Comandante rifiuti l’imbarco del passeggero per un giustificato motivo, il Vettore sarà tenuto unicamente al rimborso del costo del biglietto di passaggio.